väter aktiv

+

papa senza confini

Premessa:

La consulenza genitoriale “classica”, in Alto Adige, si concentra prevalentemente sul ruolo della madre; in larga parte delle culture „migranti“ la famiglia rappresenta una dimensione femminile e il ruolo dei padri viene visto quasi come un’interferenza esterna. Gli uomini non sembrano voler mettere in discussione l’autoritá femminile nei campi dell’educazione e della “cura”. I conflitti familiari sono però spesso causati dalle diverse aspettative sui ruoli di genere, dalla situazione lavorativa, dal tema delle attività di tempo libero per i bambini coi loro campagni di classe ecc.. Nelle culture “tradizionali” i padri sono in larga parte deputati a rinforzare ruoli e valori all’interno del contesti familiari e al contempo cercare il modo di integrare la propria cultura d’origine con quella sudtirolese, il che risulta chiaramente problematico. Il successo (e di conseguenza l’integrazione) a livello scolastico dei figli è influenzato dal coinvolgimento dei padri in questo aspetto. Il progetto vuole abbassare il livello del conflitto (e quindi eventuali violenze) nelle famiglie e all’interno del più vasto campo di interazione delle famiglie “migranti” nella società sudtirolese. A nome della comunità comprensoriale Burgraviato (e con il sostegno finanziario dell’Ufficio per l’integrazione provinciale), la cooperativa sociale “väter aktiv” è attivamente impegnata nella realizzazione del progetto. Inoltre, il gruppo direttivo del progetto comprende la Caritas e la Consulta comunale delle cittadine e dei cittadini stranieri di Merano.

progetto in corso:

All’interno delle attività di progetto si effettueranno degli incontri intensivi con vari servizi, con mediatori interculturali, ma anche con le famiglie con background migratorio, per meglio comprendere la situazione da entrambi I “lati” e trovare potenziali “moltiplicatori” di progetto. Questi potranno effettuare un breve training che li abiliti a moderare tavole rotonde, che faciliti lo scambio tra padri e rinforzi le loro competenze familiari attraverso elementi informativi ed educativi. In seguito, sono programmate varie attività per migliorare la partecipazione (ad es. leggendo fiabe o storie per l’infanzia della loro terra d’origine, cucinando e mangiando insieme, parlando dell’essere padre in differenti culture ed in epoche diverse…). Il giorno della Festa del Papà 2018 si terrà una passeggiata in montagna con una festa finale (musica e danze di culture differenti).

Comments are closed.